Traduci

itenderuestr

Divinità

…e dai tempi Remoti giunsero Canti sacri, ove si narra di Dei e Potenti Eroi…

 

Arctica

Otto sono gli Dèi æsir di stirpe divina che reggono la città di Krisalia e parimenti Otto sono le Dee Asinjur, non meno sante e potenti. Signore di Krisalia è Óðinn dell’Occhio, e questi sono coloro che insieme a lui governano la fortezza: Þórr del Martello, Njörðr della Lancia, Freyr del Bastone, Týr dello Scudo, Sighurd dell’Arco e Forseti della Bilancia, a cui - ottavo - va aggiunto Loki della Maschera. Queste sono le Dee: Frigg, Sága, Freyja, Sjöfn, Lofn, Vár,Snotra e Gná. Vi sono poi altre Dee che servono nella Valhöll portando da bere agli Aesir: esse sono le Valkyrjur. Il Bianco Frassino chiamato Yggdrasil, fonte di ogni Luce e Calore del Popolo Arctica, è adorato come una divinità fin dai tempi antichi, ove Odhinn venne appeso per sette notti, apprendendo così i Poteri Magici delle Rune, grazie ai quali Benedice e ristora i suoi devoti Figli. Il Rituale di preghiera è spesso accompagnato dal suono di un’Arpa di Ghiaccio, unico strumento per invocare gli Dei Aesir.

Elfi

Sette sono gli Dei Valar di stirpe divina che proteggono la città di Valinde, ognuno luminoso e leale verso i propri figli. Manwe, Signore dei Venti, Supremo Re di Arda. Aule, il Mastro Fabbro dei Valar. Ulmo, Signore delle Acque. Orome, il Grande Signore delle Foreste. Mandos, il Giudice. Irmo, il Signore del Desiderio. Tulkas, il Valoroso, il Campione dei Valar. Varda, detta Elentari, Signora delle Stelle, sposa di Manwe. Il bosco di Valinde è il luogo preferito e più grato alle stirpi divine dei Valar, che sovente passano per le praterie fiorite della valle, camuffandosi da elfi o uomini, per poter godere dello splendido clima e dell’aria magica che si respira. Molti druidi e ranger del bosco adorano e pregano gli dei Valar, ricevendo da essi forza e agilità nella foresta, per camuffarsi meglio o colpire con precisione. Il Rituale di Preghiera è spesso accompagnato dal suono di un Flauto di Legno, unico strumento per invocare gli Dei Valar.

Umani

Gli Uomini ebbero sempre due facce, fin dai Tempi Remoti, e così il loro Cielo e le loro Divinità. I Signori di Uomini del Passato, dell’Ordine e del Caos, adoravano rispettivamente le Sette Virtù incarnate in Re British, mentre il Caos adorava l’unico Dio Caotico Bhaal, incarnato in Re Blackthorne. Ma una volta spazzati via i Re duellanti, si fece strada il Culto del Serpente Rosso, unione delle Sette Virtù e del Caos, poiché il popolo Umano era cresciuto e conosceva bene il suo Potere. Il Serpente Rosso iniziò a proteggere il Popolo degli Uomini, donando loro una valle dove fondare un Impero Umano. Molti Paladini e Guerrieri dell’Impero sono fedeli al Serpente Rosso, i quali recitano spesso le preghiere al Dio. Il Rituale di Preghiera è spesso accompagnato dal suono di un Sonaglio d’Argento, unico strumento per invocare il Dio Serpente Rosso.

Vecna

Il dio dei segreti, è neutrale malvagio. Viene chiamato il Signore Ombra , Il Sussurrato e il Maestro di tutto ciò che è segreto e Nascosto. Il Signore dei Furti, del Saccheggio. Vecna governa su ciò che non deve essere conosciuto e che la gente desidera mantenere segreto. I domini a cui è associato sono Inganno, Sutterfugi e Razzie. Generalmente appare nella forma di un Ombra privo. L'arma preferita da Vecna è il pugnale.

Aragrim

Potente come nessun altro Dio dei Tempi Antichi, il Dio Scorpione Aragrim, protegge da Ere il suo popolo prediletto, che spesso lo ha rinnegato per prestare attenzione all’amatissimo Oro o per osannare i vari Visir, Visghedor in primis, considerati come divinità. Ma Egli ha sempre custodito amorevolmente i suoi prediletti, donando essi la terra di Nubla, fiorente di acqua e minerali. Ha combattuto al fianco degli Dei Antichi, tentando di arginare l’Avvento di Melkor, riuscendo faticosamente nell’intento. Ogni Aragrim, sia Visir che semplice fattorino, stima e ringrazia il Dio Scorpione ogni giorno che si alza da letto, sapendo che è a lui che deve la vita e la città dove vive. Il Rituale di Preghiera è spesso accompagnato dal suono delle Monete dello Scorpione, fatte cadere in una cassa, unici strumenti per invocare il Dio Scorpione Aragrim.

Efreet

E’ dall’Esilio di Melkor, il Nero Demone delle Fiamme, Dio e Padre della Razza Efreet, che i suoi figli lo invocano in continuazione, sacrificandogli fanciulle, grassi animali e persino fratelli o amici. Ma Melkor è stato Sigillato nei Piani Esterni, dove medita vendetta e cerca d’instillare vigore e odio nei suoi seguaci. Le fiamme che ha lasciato sul mondo antico sono rimaste vive nei cuori degli Efreet, facendo crescere loro le corna e rendendo la loro pelle più resistente. Il Rituale di Preghiera è spesso accompagnato dal suono del Tamburo del Demone, unico strumento per invocare il potere di Melkor.

Drow

Misteriosi e occulti sono gli Dei dei Drow detti anche Seldarine Oscuri, ma dai tempi remoti se ne conoscono alcuni per la crudeltà e l’odio che hanno dimostrato. Lloth o Araushnee, la Grande Dea Ragno, temuta e rispettata dalle Sacerdotesse e dalle Matriarche delle Casate Drow, spessisimo invocata e adorata, è la Maggiore delle divinità Drow. Ghaunadaur: dio delle fanghiglie, delle melme, delle gelatine, dei paria e dei ribelli. Vhaeraun: dio del furto, dei maschi drow, delle attività malvagie in superficie. Infine l’unica divinità buona del Pantheon dei Seldarine Oscuri: Eilistraee: dea della canzone, della bellezza, della danza, della lavorazione delle gemme, della caccia, della luce lunare. Il Rituale di Preghiera è spesso accompagnato dal suono del Liuto della Notte, unico strumento per invocare il potere dei Seldarine Oscuri.

Vampiri

Meera aveva dormito a lungo, molto a lungo... La sua sete era implacabile, non l’avvertiva così da Secoli. Dopo che Melkor l’aveva prosciugata di parte dei suoi poteri il sonno l’aveva ristorata, ma la sete era fortissima. Molti sacrifici e molto sangue i suoi fedeli Vampiri le portarono in quelle notti, mentre la luna brillava pallida sulle Rocche e sui Castelli delle Stirpi nobili dei Vampiri. Passarono altre notti, Meera riacquisiva potere e dignità, per ogni Vampiro che nasceva o si convertiva ella traeva possenza. Ogni Arconte cominciò a pregarla costantemente, per ingraziarsi i suoi benefici e il suo Sangue Divino. Il Rituale di Preghiera è spesso accompagnato dal suono del Tamburo di Ossa, unico strumento per invocare il potere di Meera, Dea del Sangue e dei Vampiri.

 

Snorri, Scaldo islandese